Vai al contenuto
Accedi per seguire  
GURU baba rey

C'è futuro per la democrazia?

Recommended Posts

1 minuto fa, Tersite dice:

Sei d'accordo che l'idea stessa di legge è in sé fascista, quindi ognuna è tale?

 

Per estensione sì, ma non è la legge solo il problema: è l'esercizio della legge con la forza, secondo me il problema. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1 ora fa, Toremoon dice:

 

Per estensione sì, ma non è la legge solo il problema: è l'esercizio della legge con la forza, secondo me il problema. 

 

Credo tu intenda la giustizia penale, per cui va bene finché un conflitto si risolve con un accordo fra le parti, ma non quando una violazione di una legge prevede una punizione, perché la pena non serve a sanare l'atto compiuto, né risolve il problema originario che l'ha causato, né è un deterrente per altri dal compierlo e probabilmente neanche rieduca anzi.

Altri sistemi di giustizia tradizionale, che finiscono in un rituale per es. in cui vittima e carnefice bevono una bevanda amara per vivere la schifezza di quanto successo e lasciarsi alle spalle l'accaduto, o la giustizia riparativa (se ti interessa cerca restorative justice) cambia completamente approccio fregandosene di punire e puntando sul ristabilire le relazioni sociali con il coinvolgimento di tutta la comunità. 

 

Quello che mi dispiace è che in tutto ciò invece di sostenere sviluppi degli ultimi secoli come l'habeas corpus, la separazione fra poteri, appunto la democrazia, l'abolizione della pena di morte, poi dell'ergastolo, poi alternative alla detenzione come i lavori socialmente utili, etichetti tutto come fascismo, per cui non c'è differenza fra un giudice che concede una pena alternativa a un omicida e uno sceriffo che ordina l'impiccagione o un regime che compie sparizioni forzate contro gli oppositori politici.

 

E soprattutto, in una campagna elettorale che tristemente è incentrata sul tema della castrazione chimica, o sul facilitare chi vuole sparare ai ladri, o cacciare di casa con la forza persone di una certa razza, per te essere favorevoli e contrari non fa differenza. Anzi critichi chi si oppone definendoli uguali ai fascisti. Questo tradisce veramente apatia e rassegnazione. 

 

 

Modificato da Tersite

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

4 ore fa, Apolide dice:

Ma c'è reato o no?

Sì o no?

 

E secondo te, qual era lo scopo di tutto il casino? Denunciare un fascista? Perché gli altri anni no e quest'anno sì?

 

 

No non c'è reato

La differenza è che questanno non pubblicano inediti di Ezra pound ma fanno propaganda al ministro dell'interno, per cui non esprimono un'opinione, bensì fanno politica. 

Modificato da Tersite

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

3 ore fa, silvia_fi dice:

preciso che è un libro intervista a salvini dove l'autore (tale chiara giannini) ha deciso di pubblicare con la casa editrice in questione. e che salvini ha detto che non ne sapeva nulla e che ha deciso tutto l'autore. riporto la notizia battuta dall'agi "in serata è l'ufficio stampa di Matteo Salvini a placare le polemiche, dicendo che "Salvini non ha scritto alcun libro, ha semplicemente rilasciato una lunga intervista alla giornalista Chiara Giannini, e non ha firmato contratti o accordi con la casa editrice indipendente liberamente scelta dall'autrice". 

se poi le cose sono diverse è un altro conto, ma lui si è completamente dissociato

 

 

 

Mi sembra una scusa per evitare accuse di apologia ma se così fosse gli editori avrebbero truffato salvini, e per questo meritano tanta stima. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

2 ore fa, Toremoon dice:

 

Vuoi dire che la pratica comune di oggi sia tutelare il benessere di tutti? E dove lo vedi tutto questo benessere? Se ci fosse voteremmo PD e FI, mica Lega e 5 Stelle 😃

 

Stai traendo una conclusione tua, modello "e allora il pd". Io non lo penso e ho già detto, millemila post fa, che oggi non siamo in democrazia, ma in oclocrazia. 

Il mio discorso era molto più teorico sulle forme di governo in generale, non sulle nostre correnti.

Modificato da aleman

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

26 minuti fa, Tersite dice:

 

No non c'è reato

La differenza è che questanno non pubblicano inediti di Ezra pound ma fanno propaganda al ministro dell'interno, per cui non esprimono un'opinione, bensì fanno politica. 

 

Fanno politica, ma non politica fascista.

A meno che tu stia dicendo che Salvini sia fascista, e quindi siamo in un governo fascista.

Ma se Salvini non è fascista (sarà populista o quel che ti pare, ma non fascista) anche se l'editore è un fascista, non sta facendo politica fascista.

 

E lo dico chiaro, perché sennò si rischia di essere fraintesi: non sto difendendo né Salvini né quel personaggio di CasaClown.

Difendo il principio della democrazia. Che per me viene prima di tutto.

Se la democrazia tradisce se stessa, non è più democrazia.

 

Ad ogni modo risponderò meglio domani.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

48 minuti fa, aleman dice:

mio discorso era molto più teorico sulle forme di governo in generale, non sulle nostre correnti

 

Ma anche la dittatura del proletariato vuole tendere al maggior benessere per tutti. 

 

Se lo fai con la violenza non produci benessere, ma solo altra violenza. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1 ora fa, Tersite dice:

in una campagna elettorale che tristemente è incentrata sul tema della castrazione chimica, o sul facilitare chi vuole sparare ai ladri, o cacciare di casa con la forza persone di una certa razza, per te essere favorevoli e contrari non fa differenza. Anzi critichi chi si oppone definendoli uguali ai fascisti. Questo tradisce veramente apatia e rassegnazione. 

 

Io non voto e non seguo cosa succede sui giornali. 

 

Io dico che un atto fascista è tale anche se uno si dice democratico e se c'è chi è più fascista, questo non rende i primi non fascisti, ma al massimo meno fascisti. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

7 ore fa, Toremoon dice:

Io non voto e non seguo cosa succede 

 

ok, e io dico che questa è apatia e rassegnazione, e il fatto che ora possiamo stare qui a discutere su queste cose è solo uno dei tanti privilegi non scontati di vivere in un sistema meno fascista, che è a rischio proprio per la crescente inconsapevolezza, apatia e rassegnazione.

Modificato da Tersite

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

59 minuti fa, Toremoon dice:

 

Io non voto e non seguo cosa succede sui giornali. 

 

 

Tore comunque dovresti studiarti da solo, sei passato nei 5 anni che ti conosco da fondare un movimento di attivisti a candidarti in lista con un partito tradizionale di centrodestra al non voto e al non seguire i giornali :D 

Cosa è successo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il salone ha revocato l’ammissione della casa editrice alla manifestazione di torino, su richiesta di comune e regione

Modificato da silvia_fi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

32 minuti fa, JackShepard dice:

Io l’ho appena scoperto leggendo questo su FB, che trovo interessante (è un autore di fumetti, ultimamente Dylan Dog)

 

8945B4C9-20E0-4328-9039-5631BBF51A3F.thumb.png.c61682d50a88bc6b7ae90a3af12d7893.png

 

Buongiorno a Recchioni che si è svegliato in Italia oggi con un ritardo di 3 anni, quando il libro secondo Matteo (di salvini) del 2016 fu il libro più venduto su Amazon. 

Invece di scrivere puttanate potrebbe lanciare la proposta di far arrivare primo su Amazon un fumetto di zero calcare, contribuendo al risultato con l’acquisto di un numero significativo di copie. 

 

Modificato da silvia_fi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

9 ore fa, silvia_fi dice:

 

Tore comunque dovresti studiarti da solo, sei passato nei 5 anni che ti conosco da fondare un movimento di attivisti a candidarti in lista con un partito tradizionale di centrodestra al non voto e al non seguire i giornali :D 

Cosa è successo?

 

Ho perso 😃

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A questo punto aprirà il salone halina birenbaum, la poetessa sopravvissuta ad auschwitz. Se davvero crediamo nella libertà dovremmo spiegarle che la vera fascista è lei.

O quantomeno boicottare il salone.

Modificato da Tersite

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il 6/5/2019 at 16:35, Apolide dice:

- Se già Pasolini, Gadda e Sciascia, in diverse occasioni (quella di Pasolini è la più nota, e anche la più emblematica per via della sua storia personale) dicevano che il vero pericolo era un antifascismo che si comportava come fascismo accusando chiunque di fascismo

 

il fascismo degli antifascisti è citato dai camerati vittimisti come se fosse una critica alla loro mancata libertà, ma è il contrario: è un avvertimento del pericolo fascista sempre imminente, e di cui la politica è spesso complice, per cui dovrebbe combatterlo di più, non di meno. In questo caso quindi si riferirebbe non certo ad altaforte al salone, ma ai legami fra Salvini e Casapound.

 

Sciascia:

«Credo che se sono diventato un certo tipo di scrittore, lo devo alla passione antifascista. La mia sensibilità al fascismo continua ad essere assai forte, la riconosco ovunque ed in ogni luogo, persino quando riveste i panni dell’antifascismo, e resto sensibile all’eternamente possibile fascismo italiano. Il fascismo non è morto. Quando tra gli imbecilli ed i furbi si stabilisce una alleanza, state bene attenti che il fascismo è alle porte.»

 

Pasolini:

"Mi sto accorgendo che l’odio razzistico che provavo per la Germania lo sto provando oggi in eguale misura per l’Italia. Ciò significa che non è una questione di razzismo, ma è un fatto politico e sociale. Se per caso oggi dovessimo assistere a una recessione come avvenne nel 1929, e questa recessione portasse con sé un arcaico colpo di mano della destra, l’Italia sarebbe adesso matura per fornire le truppe alle SS".

 

(gadda, sinceramente, non so)

Modificato da Tersite

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Erano altre le citazioni. Quella di Pasolini era tratta da un'intervista.

E i tre autori semplicemente denunciavano quando l'antifascismo (che a quei tempi era molto più importante e sensato di adesso) diventasse un mero strumento per squalificare il nemico opponendosi con il nulla e la violenza.

Non difendevano di certo i fascisti.

Non volevano far passare il sotteso che il fascismo non fosse un pericolo.

Ma temevano che si usasse l'antifascismo in modo fascista.

 

Vorrei poter postare le discussioni che leggo su facebook tra editori, scrittori, critici.

Sono quasi tutti di sinistra, eppure sono in pochi ad essere d'accordo con Raimo. Proprio per una questione di democrazia.

La cosa divertente è che tra amici, tra gente che vota lo stesso partito, solo perché uno è stato più moderato dell'altro, si è arrivati ad offese e ban.

Fa riflettere, la cosa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

10 minuti fa, Apolide dice:

l'antifascismo (che a quei tempi era molto più importante e sensato di adesso)

 

:gilgamesh:

Modificato da Tersite

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

16 ore fa, silvia_fi dice:

non capisco perché dovrei sposare tutte le cause del mondo: ognuno sceglie quelle a cui si sente più affine

 

Non si tratta di sposare cause, ma di sentire. 

 

Lo stato di diritto è fascista nella misura in cui impone il bene comune con la forza. 

 

A noi ci va bene perché siamo bianchi, ricchi e giovani, se fossimo Rom poveri e omosessuali (qui sposo la retorica tersitiana) ci andrebbe un po' meno bene. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

24 minuti fa, Toremoon dice:

 

Non si tratta di sposare cause, ma di sentire. 

 

Lo stato di diritto è fascista nella misura in cui impone il bene comune con la forza. 

 

A noi ci va bene perché siamo bianchi, ricchi e giovani, se fossimo Rom poveri e omosessuali (qui sposo la retorica tersitiana) ci andrebbe un po' meno bene. 

 

visto che non segui cosa succede, qui un video di neanche 24 ore fa:

 

ci sono i rom poveri: grazie allo stato di diritto hanno ottenuto una casa, ma dei giovani bianchi fascisti li vogliono cacciare e minacciano di stuprare la madre, per cui lo stato di diritto interviene a difenderli.

 

secondo me quei rom distinguono molto bene il fascismo dallo stato di diritto, e preferiscono il secondo.

noi giovani bianchi invece possiamo lavarcene le mani e dire che è tutto uguale.

 

 

 

Modificato da Tersite

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vi mostro praticamente il fascismo: " è un'emergenza nazionale devastante e dunque dobbiamo usare tutti i metodi democratici per chiudere questi luoghi di rieducazione di massa. Ora usiamo le maniere forti."

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fai esempi pop ma in realtà non voti chi vuole legalizzare la canapa perché li consideri lo stesso fascisti.

Modificato da Tersite

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire  

×