Vai al contenuto

Apolide

Membro
  • Numero contenuti

    1320
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    18

Su Apolide

  • Rank
    Utente sontuoso

Visite recenti

2684 visite nel profilo
  1. Apolide

    CR7 accusato di stupro

    Certo, tutti con la memoria di ferro tranne quando si tratta di ricordare regole grammaticali da quarta elementare e quando altrove si scrive che il problema è che si fanno le sentenze sui giornali, e poi qui si è giustizialisti. E lo dico non per fare polemica, ma solo per dimostrare che se avessi voluto fare lo stesso giochino da asilo che mi viene fatto, avrei potuto prendere post passati di alcuni e confrontarli con quelli di ora, e far vedere le contraddizioni. Ma non avendo cinque anni di cervello, so che chiunque quando scrive, può dimenticare, confondersi, usare una parola (o delle frasi) in una certa accezione, e poi ripeterle con un'accezione diversa, e il giochino è inutile e falso fin dall'inizio, serve solo se si vuol offendere o far vedere di avere il cazzo metaforicamente più lungo. Ad maiora.
  2. Apolide

    CR7 accusato di stupro

    Certo che vi dovete divertire un mondo a cercare dalla mattina alla sera (su internet) eventuali errori dovuti a ricordi sfocati di qualcuno, e poi passare il tempo a insultare. Ma contenti voi.
  3. Apolide

    CR7 accusato di stupro

    Il marito di quella brava ragazza di Killary Clito, che tersite ha postato. Venne sfiduciato, che io ricordi. Poi magari non si è dimesso. Ma è questione di lana caprina. E la mia mente ricorda altri dettagli più importanti. Il sigaro insinuato e fumato. Le lenzuola conservate per anni mai lavate. In America hanno per costume quella di risolvere ogni diatriba, vere o molto spesso inventate, tramite avvocati. Gli avvocati girano per le strade in cerca di incidenti per ficcare il numero di telefono nella tasca di chi ha ancora il sangue sulla pelle. Perché dico questo? semplice, perché il background culturale di una persona spiega (o può) le sue azioni.
  4. Apolide

    CR7 accusato di stupro

    O forse ricordi male tu.
  5. Apolide

    CR7 accusato di stupro

    C'è una quarta ipotesi. Ronaldo e la tizia si incontrano. Fanno sesso. Lei a un certo punto dice basta, basta, no, no. Un po' l'ingrifamento, un po' perché a letto (o sotto la doccia) certe cose si dicono ma valgono il contrario, e Ronaldo va avanti. Ronaldo viene. Post coito si accorge che lei è incazzata e le chiede scusa. Lei si ricorda che Ronaldo ha i soldi, (magari voleva solo farci sesso per qualche intervista) e si ricorda che viviamo nell'epoca Weinstein, che in America una stagista ha fatto dimettere il presidente perché ha conservato le lenzuola sporche di sperma per due anni, e pensa, magari tiriamo fuori qualcosa, denunciamolo. Perché una che cerca giustizia non vuole soldi. Perché questo caso, se messo a paragone con la ragazzina che ha chiesto l'eutanasia, stride da far mettere i brividi pure ai fantasmi.
  6. Apolide

    Libero arbitrio, diritti e valore della vita

    Pare che una legge del 2002 dica che dai 12 anni in su è concessa l'eutanasia se il medico stabilisce in modo inequivocabile che la sofferenza del paziente sia insopportabile e non ci sia alcuna possibilità di migliorare. L'Olanda è un paese di merda. Tra orgoglio pedofilo e altre schifezze, mi viene solo il vomito. E questo è un omicidio.
  7. Apolide

    Il sesso degli atleti

    Col sotteso che tecnico non sono, e non lo è manco un avvocato "comune". E i criteri sul come e perché alcune sentenze vengano prese in considerazione e altre no, sfugge ai comuni mortali. Del resto se il Sudafrica vuole imbiancare i suoi sepolcri con l'amputato assassino prima, e con lei ora, chi sono io per impedirlo?
  8. Apolide

    Cosa stai leggendo?

    No, non sapevo del gruppo di lettura (ci ho appena dato un'occhiata, e per me sarebbe una tortura leggere un capitolo alla volta). Avevo letto l'inizio qualche anno fa per poi accantonare il romanzo senza una ragione specifica. L'altro giorno leggevo un'antologia di racconti sul viaggio nel tempo, tra cui Viaggio Settimo, proprio di Lem, un breve racconto divertente e intelligente, e mi son deciso a leggere Solaris, cosa che ho fatto in due giorni. Sì, la mancanza di ebook o suoi equivalenti a favore di ingombranti libri cartacei l'ho notata pure io. Ma non solo. Anche la mancanza di droni. O il fatto che il cibo non sia propriamente quello che ci si aspetta di trovare su una base spaziale. Però li si ignora tranquillamente. Non ho idea di cosa sia stato eliminato dalla versione Mondadori. Se dovessi scommettere sono state ridotte le
  9. Apolide

    Cosa stai leggendo?

    Ho appena letto Solaris, romanzo che ha ispirato l'omonimo film di Tarkovskij e (purtroppo) la cacata americana. Bello. Nonostante sia stato scritto nel 1961 non accusa (se non lievissimamente) il peso dell'età, perché la scrittura non è farcita di frasi fatte e metafore specifiche di un determinato periodo, facendolo risultare attuale, contemporaneo (e non moderno); caratteristica che non perderà neanche tra cento anni (ci scommetto). A questa scrittura senza tempo giova non aver riempito le pagine di blabla tecnologico. Quando si parla di tecnologia lo si fa perché è funzionale allo sviluppo della storia. Solaris viene considerato una pietra miliare della fantascienza filosofica, e confermo il giudizio. La lettura offre molti spunti di riflessione, ma lo fa attraverso la trama e la narrazione, non è mai pedagogico né sussiegoso, e non ci troverete le noiose e false frasi ad effetto che qualche ragazzina senza età metterebbe a didascalia di una foto con le tette in primo piano e il muso (le labbra per chi vive al nord) a culo di gallina. Il romanzo in sostanza mette l'uomo di fronte a qualcosa di totalmente alieno, impossibile da sondare e ricondurre a concetti umani. Non aggiungo altri dettagli sulla trama perché in questo caso rovinerei davvero l'esperienza di chi volesse leggerlo. Lettura che consiglio. Del romanzo esistono due traduzioni. La prima, vecchiotta, usata da Urania, Mondadori e altri, che è decurtata di un quinto. La seconda, di pochi anni fa, edita da Sellerio, è integrale (ho letto questa). Per amor di completezza, del romanzo ci sono diversi adattamenti. Una serie tv russa del '68, che non ho mai visto, e letto essere abbastanza fedele. Il già citato film di Tarkovskij, del '72, diverge abbastanza dal romanzo, specie nell'inizio e nel finale. Se il romanzo è una riflessione filosofica, il film pone l'accento sulle relazioni umane. Il film americano del 2002. Praticamente una terapia di coppia nello spazio. Ci ho provato cinque volte, a distanza di mesi, prima di riuscire a vederlo tutto senza addormentarmi nei primi 10 minuti.
  10. Apolide

    Viviamo già in una simulazione?

    Anche in un paese della Basilicata, mi pare Banzi, c'è stato un pareggio con 477 voti.
  11. Apolide

    First world problems

    Ti spremo con una mano sola.
  12. Citavo in parte Umberto Eco. Ma è un discorso complesso. Certo che i bambini non hanno paura di altri bambini. Anche il mio nipotino all'asilo andava con ragazzi cinesi, rumeni e di colore. E nessuno era intollerante con loro, o tra di loro. Credo però che non sia l'esempio più corretto per spiegare cosa intendo. Penso sia proprio una cosa nata con la società, che si è formata in piccoli gruppi dove l'estraneo (il diverso) era sempre un nemico. Però è un discorso di sociologia che non saprei bene come argomentare. E rischierei di dire castronerie.
  13. Per me no. Sicuramente è esagerato. Se poi oltre al video c'è altro (e non lo so) è un discorso diverso. Solo per il video, è sicuramente esagerato. Specie raffrontato al link che ho postato dove c'è un professore che definiva la costituzione una merda, o cose del genere. Mi ha così schifato che manco ricordo cos'era.
  14. Si può parlare di attualità, ma in modo che i ragazzi giungano da soli alle considerazioni. Esempio: Dire "Pincopallino è la sua politica sono intolleranti" è propaganda. Spiegare ai ragazzi che intolleranza è fondamentalmente un problema di non rispetto, che nasciamo tutti intolleranti perché la paura del diverso è fisiologica, se non proprio biologica, ma che con l'educazione, una certa educazione, possiamo imparare a non esserlo, e descrivere i vantaggi dell'essere tolleranti e raccontare il dolore che si causa sia nelle grandi manifestazioni di intolleranza (di razza, religione, politica, sociale, culturale, economica) sia nelle piccole manifestazioni di intolleranza, (magari con quello del primo banco), è Politica, intesa nell'accezione di insegnamento dei valori. Saranno i ragazzi, da soli, a fare le inferenze e magari definire Pincopallino intollerante. Dare temi di attualità serve a poco. I ragazzi sanno come la pensa un professore, e per avere un mezzo voto di più cerca di compiacerlo, a prescindere da qualsiasi altra cosa. Imparano al massimo ad essere paraculi. Sulla tua amica che ha sollevato il ragazzo, mi viene da dire ha fatto bene. Ma non so se sia servito, però.
  15. 'na cacata di video con studenti che fanno fatica a parlare anche in italiano.
×