Vai al contenuto
Accedi per seguire  
SCRIGNO MAGICO

Serie A - 32^ Giornata 2019

Recommended Posts

2 minuti fa, SCRIGNO MAGICO dice:

 

Vedi Rolando, a cavalcare in maniera sproporzionata certe crociate, il razzismo poi si insinua sempre, guarda cosa è stato capace di scrivere questo idiota... 

 

 

 

"Nell'Occidente avanzato lo sport è una gara con gli altri nel rispetto degli altri. Non una faida tribale". 

 

:o Non ho parole... 

 

 

Ma Capezzone è l'ex segretario radicale che poi passò con Silvio ed erano anni che non ne sentivo più parlare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

3 minuti fa, El Pelat dice:

Ma Capezzone è l'ex segretario radicale che poi passò con Silvio ed erano anni che non ne sentivo più parlare?

 

Quindi ti interessa di che area sia o sia stato, e non quel che ha detto?

 

Evabbè allora facciamo che scambiarci un simpatico saluto e finiamola qui!  :D 

 

paolo-di-canio.jpg

 

dicanio.jpg

 

di-canio-sky-sport-2.jpg

 

12srt06f1-017-kEmF--896x504@Gazzetta-Web

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No, era una curiosità a latere. Dopo anni che non lo sentivo mi sono chiesto "e mo' da dove esce Capezzone?" :D

 

Le citazioni non servono a un cazzo. Ognuno riporta quelle pro domo sua. Ribadisco che a me piace discutere (anche duramente) su ciò che pensiamo noi ma vedo che si insiste sugli altri e quindi per par condicio

 

Ecco le parole di Del Piero:

Lo scambio della maglia è un momento sacro. È come ciò che accade nello spogliatoio. C’è stata mancanza di rispetto. Ha ragione Gattuso: bisogna solo chiedere scusa. Se non ci fosse stata questa scena con la maglia oggi avremmo parlato dello scambio in sé per sé che sarebbe stato uno splendido finale al confronto avvenuto sui social

Di seguito, invece, il parere di Bergomi:

Non la ridurrei ad una cosa da poco. Come al solito, chi si comporta alla grande è Gattuso, che ha chiesto subito scusa. La società ha fatto bene nall’inizio, ma poi ha tentato di stigmatizzare la cosa sottostimando il fatto. Non ci sto.  Le maglie sono dei simboli, la Lazio poi è una società storica e va rispettata. Sappiamo tutti poi quello che ha passato Acerbi. Non voglio passare per moralista, odio queste cose, ma i simboli vanno rispettati. Musacchio, lo avete visto, non a caso ha subito preso i compagni per la maglia e li ha portati via, perché sapeva che stavano sbagliando

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

19 minuti fa, El Pelat dice:

No, era una curiosità a latere. Dopo anni che non lo sentivo mi sono chiesto "e mo' da dove esce Capezzone?" :D

 

Le citazioni non servono a un cazzo. Ognuno riporta quelle pro domo sua. Ribadisco che a me piace discutere (anche duramente) su ciò che pensiamo noi ma vedo che si insiste sugli altri e quindi per par condicio

 

Ecco le parole di Del Piero:

Lo scambio della maglia è un momento sacro. È come ciò che accade nello spogliatoio. C’è stata mancanza di rispetto. Ha ragione Gattuso: bisogna solo chiedere scusa. Se non ci fosse stata questa scena con la maglia oggi avremmo parlato dello scambio in sé per sé che sarebbe stato uno splendido finale al confronto avvenuto sui social

Di seguito, invece, il parere di Bergomi:

Non la ridurrei ad una cosa da poco. Come al solito, chi si comporta alla grande è Gattuso, che ha chiesto subito scusa. La società ha fatto bene nall’inizio, ma poi ha tentato di stigmatizzare la cosa sottostimando il fatto. Non ci sto.  Le maglie sono dei simboli, la Lazio poi è una società storica e va rispettata. Sappiamo tutti poi quello che ha passato Acerbi. Non voglio passare per moralista, odio queste cose, ma i simboli vanno rispettati. Musacchio, lo avete visto, non a caso ha subito preso i compagni per la maglia e li ha portati via, perché sapeva che stavano sbagliando

 

Sono d'accordo con entrambi, hanno fatto una cavolata che dovevano evitare, ma le reazioni sono spropositate e ridicole.

E, checché ne dica Bergomi, la società ha fatto benissimo a stigmatizzare ieri con quel comunicato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi sembra che si stia parlando del nulla, siccome non ho seguito ricapitoliamo per vedere se ho capito:

- due giocatori del milan hanno fatto una cazzata (se ci fosse bigno di puntualizzarlo ci son fior fiore di teste di minchia con qualsiasi colore di pelle);

- Gattuso si è subito scusato, Musacchio non appena se ne è accorto è intervenuto per mettere fine al siparietto imbarazzante;

- la società Milan è intervenuta cercando di minimizzare l'avvenuto, questo in pubblico poi, magari, in privato partiranno le multe;

- parlare di squalifiche è ridicolo ma siccome credo nella giustizia terrena sono curioso di vedere chi sarà il primo giocatore a scambiare la maglia con Bakayoko o Kessie.

 

Detto questo trovo inutile commentare Capezzone 8che nella mia opinione coglione è sempre stato e coglione resta), la cosa che stride più di tutte è un passaggio del commento di Bergomi: " Le maglie sono dei simboli, la Lazio poi è una società storica e va rispettata "

No, caro Zio, tutte le maglie vanno rispettate e a maggior ragione quelle delle squadre più modeste

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il 13/4/2019 at 17:45, El Pelat dice:

Contrordine. La Juve deve ancora incontrare l'Inter. Conclusione: stasera Milan-Lazio decisiva per il quinto posto.

 

Eh certo, la juve contro l'Inter sicuramente verrà a fare una scampagnata e a perdere la partita esattamente come ha fatto a Ferrara.

 

Hai una carriera come barzellettiere, questa fa ridere un sacco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dai, l'Inter è fuori. Ma non per la classifica attuale ma perchè, secondo me, è nettamente la terza forza del campionato. Per me se la batterebbe pure con il Napoli se non avessero commesso un bel po' di sciocchezze che ormai sono andate. Juve o non Juve.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Su questo siamo d'accordo, per me non c'è dubbio che l'Inter sia più forte delle altre contendenti alla Champions, ma resta il fatto che sia nel pieno della lotta e con il calendario più difficile.

 

I motivi per cui l'Inter non si trova 5-6 punti sopra dove meriterebbe per il momento li lasciamo perdere, spero non ci sarà bisogno di recriminare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire  

×