Vai al contenuto
silvia_fi

Graphic novel, graphic journalism, fumetti & disegnati affini

Recommended Posts

Ieri dovevo fare un regalo ad un mio amico che ha gusti particolari. In quanto responsabile del potere decisionale della colletta di amici, mi sono ritrovato in libreria convinto di prendergli qualche manga che sapevo gli interessasse ma non ho trovato i titoli che avevo in mente. Morale della favola, oltre ad aver scoperto che esiste un manga che si intitola "Voglio Mangiare il tuo Pancreas" (che non è splatter, ma anzi, forse romantico) di dui esiste anche un film, ho trovato un titolo che ha attirato la mia attenzione e che alla fine ho comprato (da regalare) a scatola chiusa. Vorrei sapere se qualcuno conosce o ha letto La Mia Cosa Preferita sono i Mostri di Emil Ferris. (confido in Vittorio, @silvia_fi). Lo stile non mi esalta personalmente ma l'ho trovato interessante. La trama l'ho quasi saltata (odio avere anticipazioni) ma da alcune recensioni trovate in rete e guardate velocemente dallo smartphone mentre vagavo tra gli scaffali, mi hanno fatto capire che si poteva trattare o di un capolavoro o di una vaccata sopravvalutata a causa dell'eccessivo marketing o dall'ennesima storia sofferta e travagliata della genesi dell'opera (autrice che ha dovuto rimandare la pubblicazione per problemi di paralisi ma che non ha mai smesso di credere che un giorno avrebbe pubblicato il suo lavoro).

Ho chiesto ad una commessa e mi ha parlato molto bene della graphic novel assicurandomi che era valida, a sentirla parlare non sembrava lupo e dunque ho deciso di fidarmi. Adesso sarei curioso di sapere se ho fatto una cavolata e ho paura che il mio amico non mi direbbe mai onestamente che era una vaccata (qualora lo sia davvero). Anche perché in caso vorrei leggerlo anche io perché un po' di curiosità, tutte quelle recensioni esagerate, me l'hanno messa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

13 ore fa, absolute dice:

Ieri dovevo fare un regalo ad un mio amico che ha gusti particolari. In quanto responsabile del potere decisionale della colletta di amici, mi sono ritrovato in libreria convinto di prendergli qualche manga che sapevo gli interessasse ma non ho trovato i titoli che avevo in mente. Morale della favola, oltre ad aver scoperto che esiste un manga che si intitola "Voglio Mangiare il tuo Pancreas" (che non è splatter, ma anzi, forse romantico) di dui esiste anche un film, ho trovato un titolo che ha attirato la mia attenzione e che alla fine ho comprato (da regalare) a scatola chiusa. Vorrei sapere se qualcuno conosce o ha letto La Mia Cosa Preferita sono i Mostri di Emil Ferris. (confido in Vittorio, @silvia_fi). Lo stile non mi esalta personalmente ma l'ho trovato interessante. La trama l'ho quasi saltata (odio avere anticipazioni) ma da alcune recensioni trovate in rete e guardate velocemente dallo smartphone mentre vagavo tra gli scaffali, mi hanno fatto capire che si poteva trattare o di un capolavoro o di una vaccata sopravvalutata a causa dell'eccessivo marketing o dall'ennesima storia sofferta e travagliata della genesi dell'opera (autrice che ha dovuto rimandare la pubblicazione per problemi di paralisi ma che non ha mai smesso di credere che un giorno avrebbe pubblicato il suo lavoro).

Ho chiesto ad una commessa e mi ha parlato molto bene della graphic novel assicurandomi che era valida, a sentirla parlare non sembrava lupo e dunque ho deciso di fidarmi. Adesso sarei curioso di sapere se ho fatto una cavolata e ho paura che il mio amico non mi direbbe mai onestamente che era una vaccata (qualora lo sia davvero). Anche perché in caso vorrei leggerlo anche io perché un po' di curiosità, tutte quelle recensioni esagerate, me l'hanno messa.

 

 

chiedo a vit e ti faccio sapere. ho visto che è della bao, e ha vinto il gran guinigi come migliore graphic novel, quindi probabilmente lo abbiamo (non so però se lo ha già letto).

 

"Voglio Mangiare il tuo Pancreas" l'ho già sentito, mi sa che esce a breve al cinema

 

considera che quest'anno per la prima volta una graphic novel, Sabrina di Nick Drnaso, era in gara per il Man Booker Prize.   

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Il 3/12/2018 at 00:12, absolute dice:

...

 

Vittorio non l'ha letto, ma gliene hanno parlato molto bene gli altri dello spazio bianco. Quindi puoi andare abbastanza sul sicuro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1 ora fa, pachu dice:

Tra l'altro, vorrei comprare dei fumetti per Natale alle mie figlie (terza media).

Il porto proibito mi pare bene una buona idea, ma non l'ho letto.

Qualche consiglio?

 

vit dice "il porto proibito è bellissimo, uno dei libri più belli della bao, secondo me il capolavoro dei due autori, una gemma. per ragazze delle medie non so, non me ne intendo di classificazione di età infantili. la storia comunque è molto romantica e non contiene alcun accenno all'attualità o a tematiche adulte, al contrario di "non scordarti di andare" ( sempre degli stessi autori) che parla di migrazioni, è strutturato in maniera più complessa e non è altrettanto incisivo.

 

anche la tunuè ha una linea dedicata ai bambini e agli adolescenti, gli stessi autori del porto proibito hanno pubblicato https://www.tunue.com/prodotto/viola-giramondo/ che è piuttosto infantile, non saprei dirti se va bene per le medie o prima (certo terza media forse no, boh :D )

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma quando chiedo info è per evitare eccessi di sesso e violenza

Per le tematiche un tredicenne è equiparabile a un adulto, hanno già letto Persepolis e Gerusalemme di Guy Delisle.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

53 minuti fa, pachu dice:

Ma quando chiedo info è per evitare eccessi di sesso e violenza

Per le tematiche un tredicenne è equiparabile a un adulto, hanno già letto Persepolis e Gerusalemme di Guy Delisle.

 

ah ok, vai tranquillo col porto proibito, allora

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@pachu ho letto la scorsa settimana il porto proibito ed è bellissimo.

qualche scena un pochino piccante c'è, perché una dei personaggi principali lavora in un bordello, però niente di eccessivo (almeno secondo una mia valutazione). poi non so quanto sei bacchettone 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non sarei bacchettone di mio (a me la scena piccante va bene, visto che non posso guardare i porno su internet da quando ho messo il parental control sul router di casa), ma se si tratta della prole lo divento (anche se chiaramente è inutile).

Comunque prima lo legge mia moglie, a cui l'ho regalato, poi io, poi vediamo.

 

E un po' che non leggo un bel graphic novel (a parte zero calcare) quindi non vedo l'ora.

Modificato da pachu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

17 ore fa, pachu dice:

Non sarei bacchettone di mio (a me la scena piccante va bene, visto che non posso guardare i porno su internet da quando ho messo il parental control sul router di casa), ma se si tratta della prole lo divento (anche se chiaramente è inutile).

 

 

lol

non so quali possano essere le parole adatte per dirtelo, ma mi preoccuperei più delle uscite scout che di internet.

scherzi a parte, mi sembra che entrambe le tue figlie abbiano la testa sulle spalle, non avrebbero problemi né con il porto proibito né con internet

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho appena scoperto che all'Arf!, un festival di fumetto a Roma, ci sarà anche una mostra su Frank Quitely.

Lo segnalo perché penso sia un grandissimo disegnatore (ha lavorato soprattutto nell'ambito dei comics americani).

Mi dispiace un sacco non poter andare.

Risultati immagini per frank quitely

 

Immagine correlata

 

 

Risultati immagini per frank quitely batmobile

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1 minuto fa, Helder dice:

Lavorava spesso con Grant Morrison. Il loro ciclo di X-Men è stata una delle ultime cose veramente interessanti che abbia letto, nelle storie mutanti.

Sìsì, quel ciclo di storie degli X-Men è fantastico dall'inizio alla fine.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sono stata ieri al'arf e ho visto anche la mostra su Frank Quitely, piccola ma ben fatta. ho provato anche a fare qualche foto ma c'erano troppi riflessi, se ne trovo qualcuna decente la metto. mi ha colpito soprattutto la bravura nel rendere il movimento, per le tavole in mostra c'era il disegno con accanto la realizzazione finale colorata.

c'era anche la mostra su tex (in programma per diversi mesi e con biglietto a parte), molto bella anche quella, con tutta la storia del fumetto, la nascita della bonelli e di come le idee e i personaggi della bonelli si intrecciano con le vicende italiane, il rapporto tra la società e i fan, i primi merchandising...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×