Vai al contenuto
Accedi per seguire  
SCRIGNO MAGICO

Allenatori

Recommended Posts

Ma lo sai che Zamparini aveva licenziato Ballardini, e aveva richiamato Jachini? E allora quest'ultimo per rientrare non è che si sia precipitato, gli ha chiesto garanzie dal mercato di gennaio, al che il vecchio c.....ne gli ha detto che la squadra andava benissimo così ed è quindi finita a male parole, con la ridicola ripresa dell'esonerato-non esonerato Ballardini!

Ma se delegittimi ogni tuo tecnico è chiaro che sei il primo responsabile di una squadra che va a p...!

Zamparini è un figuro di un'ignoranza aberrante... Per diversi mesi venne ospite come quasi-opinionista in varie tv private, beh le vaccate che uscivano da quella bocca erano di un'idiozia sconcertante! Come abbia potuto fare soldi una capra simile resta un mistero!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il primo che dovrebbe lasciare il calcio, in questo caso, è quella merda di Ballardini.

Appunto perchè dici "in questo caso" mi tocca non essere d'accordo con te.

Zamparini è una sciagura, Ballardini è semplicemente un allenatore che può non piacere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Avreste ragione, ma in questo caso proprio perché sai che è zamparini, se non sei pronto ad avere a che fare con lui puoi anche rifiutare l'offerta. Se lo fai devi assumerti le responsabilità, e fare il lavoro per cui comunque vieni pagato.

Conoscendo quel fallito di ballardini, lui ha accettato di allenare il palermo solo per portarsi a casa uno stipendio, ben sapendo che sarebbe durato poco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

il presidente del Palermo Maurizio Zamparini racconta nel programma La Zanzara (Radio 24) l'ultimo cambio in panchina. E anche il penultimo: "Tenere Iachini amato dai giocatori? Non l’ho ripreso perché secondo me ha perso un po' d’umiltà quando è arrivato a un certo livello e ha fatto la fine di Craxi, che era un ottimo governante ma aveva perso la misura, e potrebbe essere ancora vivo. Poi io voglio bene a Iachini perché è figlio mio".

:unknw:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A me sembra che i risultati diano ragione a Zamparini

Palermo, che farsa Salta Schelotto, con Tedesco c'è Bosi E' il settimo avvicendamento della stagione Zamparini ora ripensa a Iachini e congela Gerolin
PUBBLICATO NELL'EDIZIONE DEL 11 FEBBRAIO 2016
Passano gli allenatori, ma il Palermo resta prigioniero delle sue inquietudini. Contro il Torino l?accoppiata Bosi-Tedesco si gioca il futuro in 90 minuti, con addosso il fiato di Beppe Iachini. L?addio formale a Schelotto (settimo avvicendamento stagionale) ha tinte burocratiche. In realtà Maurizio Zamparini non se l?è sentita di chiedere la deroga per iscriverlo al prossimo supercorso di Coverciano e (implicitamente) garantirgli un rinnovo di contratto. Problemi di dialogo (non solo di lingua) in questo mese di coabitazione hanno ostacolato il loro rapporto, tanto da determinare quest?ennesimo divorzio in corsa.RIFLESSIONI In queste ore, però, il presidente rosanero sta anche vagliando l?idea di richiamare l?allenatore uscito di scena a novembre dopo aver battuto tutti i record di permanenza nella gestione zampariniana. Evidentemente il numero uno dei siciliani vuol capire se Iachini ha lo spirito giusto per pilotare la squadra verso la salvezza. In questa stagione le polemiche hanno guastato non poco i rapporti interni, a cominciare proprio da quello tra Zamparini e Iachini, troppo spesso in disaccordo. IL VERTICE La scelta di rinunciare a Schelotto è maturata in un summit ad Aiello del Friuli, nel quartier generale del patron del Palermo. A dimostrazione che il terreno è friabile, c?è il verdetto che di fatto emargina Manuel Gerolin, l?architetto dell?opzione argentina. Il d.s. rosanero in questi frangenti è all?estero, nella sua naturale mansione di cacciatore di talenti. Questa sostanziale uscita di scena è il primo segnale di un cambio di rotta che potrebbe preludere a un raffreddamento dei rapporti anche con i consiglieri presidenziali per il mercato di gennaio. Ci riferiamo a Predrag Mijatovic, a Niko Curkovic e a Vlado Lemic, gli ambasciatori di un progetto internazionale che fatica a prendere piede. E anche su questo versante Zamparini comincia a tentennare. Alla sua creatura siciliana ci tiene tanto. Dal 2002 ha collezionato stagioni anche memorabili e a 74 anni vorrebbe un aiuto, non solo finanziario. Da almeno due anni cerca soci che lo aiutino a dare un futuro al club. Anche per questo ha ascoltato i consigli degli influenti amici stranieri, sperando che strada facendo condividessero con lui la responsabilità societaria. O favorissero l?arrivo di nuovi investitori. Ma per vedere risultati in tal senso occorre pazienza e nel frattempo è rimasto irrisolto il problema della gestione del gruppo. Così la ruota gira ancora. In quale direzione? Di sicuro il Palermo non può perdere tempo né rischiare di farsi risucchiare in fondo alla classifica. Stavolta Zamparini ha un compito più difficile che mai. In gioco non c?è solo il futuro più immediato. Le prossime mosse peseranno più di un semplice cambio di allenatore
di Laudisa Carlo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si però questa è l'unica cosa sensata che poteva fare, in questo momento.

Bisognerebbe calcolare, in base alla media punti di Iachini e quella successiva, quanti punti ha buttato nel cesso col suo esonero (oltre ai soldi, ovviamente).

Modificato da Ronnie Rava

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire  

×